martedì 14 giugno 2011

CORREZIONE D'ERRORE 7: dalla fermata di Kumeta al viadotto di San Cipirello


La ventesima cantoniera

E’ quella cui avevo accennato prima



che sorge subito prima dell’imboccatura della galleria che attraversa il monte Kumeta



E’ abitata, ed in buono stato



Sono presenti delle foto sul Web di essa, foto che avevo già visto, e che avevo scambiato per riprese della cantoniera precedente prima che venisse ristrutturata

Oltre la provinciale 102bis

Quando il tracciato, adesso provinciale 102bis, raggiunge l’abitato di San Cipirello, è difficile dire dove in origine decorresse esattamente la strada ferrata. E’ chiaro che il percorso rimane il medesimo, ma probabilmente, più che ampliare la sede stradale, è stata realizzata una rotabile adiacente al tracciato.

Questo è facilmente verificabile guardando la venticinquesima cantoniera (precedentemente ritenuta la ventiquattresima), che sorge ad un livello di qualche metro più elevato e discosta dalla sede stradale

Discorso analogo vale per la stazione di San Cipirello, distanziata dalla sede stradale e su un livello inferiore. In linea generale, la sede stradale è stata realizzata qualche metro più a Nord della linea; è conservato il tragitto, ma non è possibile identificare la strada con il tracciato.

Dopo la stazione quest’ultimo invece coincide con la rampa dello svincolo che si dirige verso Sud


Questa sembra essere stata realizzata proprio sul terrapieno della strada ferrata, e ne conserva intatti i sottovia


Scendendo verso Sud, vi è una strada sterrata, precedentemente descritta, che decorre parallelamente alla statale, ma questa, tranne che per un breve tratto


non è identificabile con il tracciato; è il bordo Est della statale stessa che risulta adiacente o sovrapposto ed esso. In certi tratti sono visibili residui del rilevato


in altri questo è stato totalmente cancellato dalle strutture della statale. Questa parziale sovrapposizione continua fin quando il percorso del tracciato avrebbe curvato verso Ovest, incrociando la statale, per raccordarsi al viadotto


Nessun commento: